Alberto pensa - Alberto Gaffuri

Vai ai contenuti

Menu principale:

QUELL'ULTIMA SPINTA CHE FA LA DIFFERENZA

Pubblicato da in Alberto e la politica ·
Ci sono sensazioni non facili da descrivere. Una di queste è la gratitudine che provo per quanti, in queste settimane, si sono dati da fare come matti per portare acqua al mio mulino. L'ho già detto nei giorni scorsi e lo ridico per quanti se lo sono perso: avere il sostegno di così tante persone è il più bel ricordo che mi porterò dietro di questa campagna elettorale.
C'è chi s'è sbattuto come un matto per coordinare le attività, chi ha attaccato instancabilmente manifesti qua e là, chi ha messo a disposizione la casa per organizzare incontri informali e chi, pressoché in silenzio, ha distribuito volantini ai banchetti oppure nelle cassette delle lettere.
C'è chi ha voluto scrivere lettere ai suoi compaesani per sostenere la mia candidatura, chi si è occupato di filmare i video postati dalla pagina Facebook, chi ha gestito la grafica, chi ha assunto l'onere di tenere la cassa e chi nel porta a porta ha inteso convincere a votare il sottoscritto.
C'è chi ha festeggiato il suo compleanno con me accogliendo attorno a noi tanti amici in un bar, chi ha fatto passare tutta la rubrica telefonica per individuare i conoscenti da contattare, chi mi ha ospitato in casa o in azienda per ascoltare quel che avevo da dire e chi ci ha messo del suo per radunare persone che volessero aiutarmi in questa che a tutti gli effetti ricorderemo come una grande sfida.
C'è chi ha voluto il cappellino a testimonianza della sua vicinanza, chi s'è riempito le tasche di santini consapevole che poi avrebbe dovuto distribuirli e chi, senza troppo clamore ma sicura determinazione, ha fatto tutto quanto in suo potere per spiegare agli altri perché sostenermi.
Ora, però, siamo alle battute finali. Stasera ci ritroveremo a Como per festeggiare assieme la conclusione di tutti questi sforzi. Prima di farlo, chiedo a tutti di fare l'ultimo passo. Ognuno di noi, infatti, avrà sicuramente dimenticato lungo la strada qualcuno che avrebbe potuto contattare e, magari, finora non è stato possibile avvicinare.
Beh, se useremo questa giornata per chiamarlo, mandargli un messaggio, oppure scrivergli una mail, questa potrebbe essere l'azione decisiva. Domenica ce la si giocherà voto su voto. Ogni consiglio andato a buon fine, insomma, potrebbe significare la vittoria di Giorgio Gori e l'elezione del sottoscritto al Consiglio Regionale, oppure no.
Io ci credo - e so - che chiunque stia leggendo questo pezzo pensi altrettanto. Proviamoci, dunque, per non avere rimpianti. Il meglio deve ancora venire. Affinché diventi realtà c'è bisogno di quest'ultima spinta.




LE (SEMPLICI) RAGIONI DI UN VOTO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

LA SOPRAVVIVENZA DEI MERCATI PASSA ANCHE DAI CONTROLLI DEGLI AMBULANTI

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

IL SORRISO DEL MANIFESTO, UNO SPECCHIO DEL MIO STATO D'ANIMO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

COMO E I COMASCHI NON POSSONO RASSEGNARSI A RIMANERE PER SEMPRE IN CODA

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

"SIGARO, POLITICA E LIBERTA'": ROBERTO GIACHETTI A MARIANO COMENSE SABATO 24 FEBBRAIO

Pubblicato da in Alberto il giornalista ·
Tags: RobertoGiachetti

DUE SETTIMANE E TANTI AMICI CHE MI DANNO UNA MANO. ANDIAMO AVANTI, TUTTI ASSIEME

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

CARTA SCONTO: CONTROLLI QUOTIDIANI A VANTAGGIO DELLA CHIAREZZA DEL PREZZO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

EDILIZIA A COMO, TRA DIMEZZAMENTO DEI LAVORATORI E PROSPETTIVE PER IL FUTURO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·

TANGENZIALE GRATUITA. NON SI TORNA INDIETRO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·
Precedente | Successivo
Torna ai contenuti | Torna al menu