LA SOPRAVVIVENZA DEI MERCATI PASSA ANCHE DAI CONTROLLI DEGLI AMBULANTI - Alberto pensa - Alberto Gaffuri

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA SOPRAVVIVENZA DEI MERCATI PASSA ANCHE DAI CONTROLLI DEGLI AMBULANTI

Pubblicato da in Alberto e la politica ·
Di mercati, in queste ultime settimane, ne ho visitati un po'. Non solo quello di Albese con Cassano, il mio paese, ma anche Albavilla, Erba, Canzo, Lomazzo, Ponte Lambro, Vighizzolo, Lenno, Olgiate Comasco, Lurate Caccivio e Mariano Comense, tanto per citare i più recenti che ho avuto il piacere di vedere di persona. Bancarelle, prodotti, persone. Tante persone, almeno all'occhio di chi ha camminato in lungo e in largo come è capitato di fare a me. Parlando con gli ambulanti, un minimo denominatore comune l'ho percepito. E bene. Tanto da decidere di scriverci sopra un pensiero, prendendo a piene mani le sollecitazioni giunte lunedì pomeriggio nella sede di Confesercenti Como. Il tema dei controlli è fondamentale. Garantire che tutti siano in regola con le normative, rispettino i regolamenti e paghino il dovuto tra imposte e annessi e connessi significa non solo tutelare i consumatori – che sono poi l'anello debole della catena, come è facile intuire – ma anche dare ordine a un comparto che, altrimenti, rischia di soffocare sotto la concorrenza sleale di coloro che gli obblighi normativi li aggirano quotidianamente. Come fare? Ancorché comunali, i controlli spesso non riescono ad entrare nel dettaglio delle varie situazioni. Colpa del ridotto numero di agenti; senza dubbio necessità di formare più addetti alla verifica non solo delle licenze, ma anche di tutti gli altri requisiti necessari a operare secondo le norme. Per passare dal problema alla soluzione credo sia semplice stendere un accordo tra più comuni e, così facendo, destinare del personale che, a rotazione, si occupi di controllare davvero che tutto vada come deve. Se è vero che tutti sono d'accordo sul principio che verificare gli ambulanti sia l'unico modo per evitare il proliferare di abusivi, evasori e via discorrendo, arrivare a questa soluzione non dovrebbe essere così complicato. Il condizionale, però, è d'obbligo. Oggi, che ci sono le elezioni, i passaggi ai mercati pullulano. Domani, a festa finita, chissà. Per questo, prendo un impegno personale: in caso di elezione, lavorerà alla costruzione di un coordinamento tra le polizie locali dei nostri comuni a questo scopo.



Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu