TANGENZIALE GRATUITA. NON SI TORNA INDIETRO - Alberto pensa - Alberto Gaffuri

Vai ai contenuti

Menu principale:

TANGENZIALE GRATUITA. NON SI TORNA INDIETRO

Pubblicato da in Alberto e la politica ·
Il primo lotto della Tangenziale di Como, quello che un po' sprezzantemente con il Comitato No Pedaggio a Como chiamammo #moncherino a indicarne l'incompiutezza, deve essere gratuito. Su questo tema, almeno adesso, parrebbe esserci l'accordo. Uso il condizionale perché, dopo l'iniziale ritrosia di Regione Lombardia ad abbracciare la protesta dei cittadini e dei Comuni della Provincia di Como, da qualche mese – dopo che nel mezzo sono passati su per giù due anni – anche l'attuale presidente lombardo, Roberto Maroni, si sarebbe convinto della logicità di togliere il pedaggio. Peccato, però, non si ricandidi, condizione che riduce di gran lunga il tempo a disposizione per mantenere l'ennesima promessa.
Le motivazioni, oggi come nell'ottobre 2015, sono le medesime. Eccezion fatta per chi proprio non può scegliere tragitti alternativi, il traffico da Villa Guardia ad Acquanegra è molto contenuto, a livello di una strada comunale come ce ne sono tante nei nostri paesi. Questo perché, dopo l'iniziale gratuità nel periodo di Expo Milano, il pedaggio introdotto ha riportato le auto sull'asse che taglia Villa Guardia e Lurate Caccivio. E' sufficiente fare un giro all'imbocco della “tangenzialina” per accorgersene. Non c'è bisogno di chissà quali dati ufficiali per certificarne il poco utilizzo. Il traffico potenziale, invece, c'è tutto. A dimostrarlo sono i passaggi registrati all'atto della sua apertura gratuita, almeno il triplo rispetto a quelli odierni.
Regione Lombardia non può non curarsi di tutto questo, così come non può disattendere le aspettative di un territorio – la città di Como e il suo circondario – che ha chiesto e chiede a gran voce di avere una vera tangenziale. C'è in quasi tutte le città lombarde. Perché a Como proprio no?
E' troppo chiedere che Como sia rispettata a Milano? E' troppo pensare che i Comaschi, almeno una volta, abbiano voce in capitolo? Non è soltanto una questione di campanilismo. E' un fatto di equità. Questo è, dunque, il primo impegno che mi prendo davanti a tutti. Nessun indietreggiamento sul tema: arrivare prima possibile a eliminare il pedaggio dalla Tangenziale di Como.







Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu