MI CANDIDO AL CONSIGLIO REGIONALE. LETTERA APERTA AGLI ALBESINI - Alberto pensa - Alberto Gaffuri

Vai ai contenuti

Menu principale:

MI CANDIDO AL CONSIGLIO REGIONALE. LETTERA APERTA AGLI ALBESINI

Pubblicato da in Alberto il sindaco ·
Caro Albesino
come certamente saprai il prossimo 4 marzo ci saranno le elezioni regionali.
Tra i candidati in lizza ci sarò pure io. Ti scrivo, ovviamente, per questo motivo.
Dopo quasi nove anni da sindaco di Albese con Cassano mi è stata concessa la possibilità di candidarmi alla Regione Lombardia.
Un ruolo di grande responsabilità, che mai prima d'ora è stato occupato da un Albesino.
Si tratta, ovviamente, di una grande occasione. Lo è per me, ed è inutile io stia a spiegare il perché; lo è per tutto il nostro paese, che certamente potrà trarre giovamento dalla presenza di un Albesino all'interno del Consiglio regionale.
Per riuscire in questa impresa unica nella storia di Albese con Cassano ho bisogno del sostegno di quante più persone possibile. Sono le preferenze personali, banalmente quante volte il proprio cognome è scritto sulla scheda elettorale, a determinare chi siederà al Pirellone e chi, invece, no.
Per questo motivo ti chiedo di darmi il tuo sostegno.
Nello scriverti non ho idea se il partito che mi sostiene, il Pd, sia mai stato votato da te, oppure no.
So di per certo, però, che tu ti sarai fatto sicuramente un'idea dell'operato dell'Amministrazione comunale che dal 2009 ha amministrato il tuo paese.
Nove anni di impegno, di difficoltà economiche affrontate con dedizione e passione, di attenzione all'ordinario, ma anche di programmazione futura. Tanto è stato fatto; molto di più avrebbe potuto esserlo con l'aiuto della Regione.
Per incidere sui temi sovra-comunali, insomma, c'è bisogno ancora di un gradino.
Farlo da solo per me è impossibile; con il tuo aiuto e quello di tanti altri, invece, tutto è possibile.
Vedere un Albesino in Lombardia credo possa inorgoglire chiunque faccia parte di questa Comunità.
Se è così anche per te, ti chiedo di darmi una mano.
Come darmela? L'azione più semplice è andare a votare e, sulla scheda verde, scrivere il mio cognome accanto al simbolo del Pd - Gori Presidente. Un voto in più può fare la differenza. Averlo, insomma, è importante.
Un passaggio ulteriore è quello di convincere almeno i tuoi familiari, che siano di Albese con Cassano o abitino in Provincia di Como, a fare altrettanto. Una telefonata, un messaggio Wapp, una buona parola può fare la differenza, mentre a te costa soltanto qualche minuto.
Se hai voglia di metterti in prima persona, infine, la porta è aperta. Sul sito troverai il calendario degli incontri. C'è bisogno di chi organizzi banchetti, consegni il materiale, partecipi alle serate, tenga alto il morale della truppa. Mettiti in contatto con me, diventa parte della mia squadra. Così facendo, se non altro farai un'esperienza nuova, capendo dall'interno cosa è una campagna elettorale.
Il primo passo rimane convincerti della bontà della mia candidatura. Se già lo sei, darmi una mano non sarà difficile.






Nessun commento

Torna ai contenuti | Torna al menu